Cannes 6. Bellocchio non tradisce. Il film su Buscetta è magnifico.

Punto primo: “Il traditore” di Marco Bellocchio dura due ore e mezza e quando finisce dici “di già?”. Ne vorresti di più. Punto secondo: “Il traditore” di Marco Bellocchio esce oggi nei cinema, nell’anniversario della strage di Capaci, e non è una forzatura. Perché ogni volta che si racconta la storia di Tommaso Buscetta si... Continue Reading →

Annunci

Cannes 5. Tarantino e la Hollywood che non c’è più.

Nel 2003 recensii sull’Unità un film di Alan Parker che si intitolava (anche in italiano) “The Life of David Gale”. Film dimenticato e forse introvabile, visto che il protagonista era Kevin Spacey, oggi “persona non grata” in un cinema che sembra impazzito. Era una non-recensione, perché il film conteneva nell’ultima sequenza un colpo di scena... Continue Reading →

Cannes 2. Un western contro Bolsonaro

Dopo la deludente apertura con lo zombie-movie di Jim Jarmusch, Cannes 2019 ha subito rialzato la testa. "Bacurau" (Brasile) è un film stranissimo e notevole, e bisogna fare i complimenti al festival per averlo messo in concorso: i due registi, Kleber Mendonça Filho e Juliano Dornelles, erano già stati in gara tre anni fa con... Continue Reading →

Cannes 1. Morti di noia.

Come è iniziata la 72esima edizione del festival di Cannes? Abbastanza male, grazie. Dopo una domanda retorica e una risposta altrettale, sorge spontanea un’altra domanda alla quale è complicato rispondere: che razza di film è “Dead Don’t Die”, e perché sta in apertura del festival cinematografico più importante del mondo? Il “perché” in realtà è... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑